DECRETO MILLEPROROGHE: PROVVEDIMENTI IN MATERIA DI LAVORO

0
50

È stata pubblicata in Gazzetta Ufficiale  la Legge 26 febbraio 2021, n. 21 di conversione del cosiddetto “Decreto Milleproroghe” (D.L. 183/2020). Il provvedimento reca diverse disposizioni di proroga di termini legislativi in scadenza, oltre ad un elenco di misure differite a causa della perdurante emergenza sanitaria. 

L’allegato I del Decreto Milleproroghe individua le disposizioni legislative per le quali è disposta la proroga fino alla data di cessazione dello stato di emergenza epidemiologica da COVID-19 e comunque non oltre il 30 aprile 2021 in materia di:

DISPOSITIVI DI PROTEZIONE INDIVIDUALE
Proroga alle disposizioni transitorie relative alle procedure pubbliche di acquisto e di pagamento dei dispositivi di protezione individuale e di altri dispositivi medici nonché all’ambito delle mascherine chirurgiche utilizzabili dagli operatori sanitari, poste dai commi 1 e 3 dell’articolo 5 bis del D.L. 17 marzo 2020, n. 18, convertito, con modificazioni, dalla L. 24 aprile 2020, n. 27. (punto n. 4);
Proroga alle disposizioni legislative di cui all’art. 15, comma 1 del decreto legge n. 18 del 2020, che recano misure straordinarie per la produzione di mascherine chirurgiche e dispositivi di protezione individuali (n. 7);
Proroga alle norme transitorie relative all’uso, in determinati contesti, delle mascherine chirurgiche e alle relative tipologie, nonché alle tipologie delle mascherine filtranti ammesse nell’ambito dell’intera collettività. Tali norme sono poste dai commi 1 e 2 dell’articolo 16 del D.L. 17 marzo 2020, n. 18, convertito, con modificazioni, dalla L. 24 aprile 2020, n. 27, e successive modificazioni (punto n. 8);

SORVEGLIANZA SANITARIA ECCEZIONALE
L’obbligo di cui all’art. 83 del decreto legge n. 34 del 2020 in base al quale i datori di lavoro pubblici e privati assicurano la sorveglianza sanitaria eccezionale dei lavoratori maggiormente esposti a rischio di contagio (punto n. 13);

SMART WORKING
Proroga alle disposizioni di cui all’art. 90, c. 3 e 4, del decreto legge n. 34 del 2020 che prevedono che i datori di lavoro privati possono ricorrere al lavoro agile in forma semplificata, prescindendo quindi dagli accordi individuali previsti dalla normativa vigente, e che gli stessi datori comunicano al Ministero del lavoro e delle politiche sociali, in via telematica, i nominativi dei lavoratori e la data di cessazione della prestazione di lavoro in modalità agile (punto n. 29); Proroga alle disposizioni di cui all’art. 263 del decreto legge n. 34 del 2020 che prevedono che le pubbliche amministrazioni ricorrono al lavoro agile in forma semplificata, prescindendo dagli accordi individuali richiesti dalla normativa vigente (punto n. 32).

ISPETTORATO E VIGILANZA
Al fine di assicurare una tempestiva vigilanza in materia di salute e sicurezza nei luoghi di lavoro, si dispone la proroga della possibilità per il Ministero del lavoro – riconosciuta ai sensi dell’art. 100 del decreto legge n. 34 del 2020 – di avvalersi, oltre che dell’Ispettorato nazionale del lavoro, anche del Comando dei Carabinieri per la Tutela del Lavoro (punto n. 30).

TRATTAMENTO DEI DATI
Proroga alle disposizioni recate dall’articolo 17-bis, commi 1 e 6, del D.L. 18/2020 (L. 27/2020) relative al trattamento dei dati personali necessari all’espletamento delle funzioni attribuite nell’ambito dell’emergenza epidemiologica (punto n. 9);

ALTRE DISPOSIZIONI:
Il provvedimento reca diverse disposizioni di proroga di termini legislativi in scadenza e atre disposizioni quali:

– proroga Bonus vacanze, al 31 dicembre 2021
– proroga di 12 mesi attestati funzionalità macchine agricole;
– proroga 31 dicembre 2021 obblighi in materia di etichettatura degli imballaggi posti a carico dei produttori;
– esenzione del contributo di costruzione per i titolari di contratti di locazione;
– proroga 31 gennaio 2021 credito di imposta per le imprese di produzione cinematografica e audiovisiva;
– estensione al 30 giugno 2021 Fondo di garanzia per l’impiantistica sportiva e Fondo speciale per la concessione di contributi in conto interessi;
– proroga 2021 incentivi biogas imprenditori agricoli;
– proroga 31 marzo 2021 domande trattamenti di integrazione salariale;
– proroga 31 dicembre recupero prestazioni pensionistiche INPS;
– proroga 31 dicembre 2021 bando insegnanti religione cattolica;
– proroga 31 dicembre 2021 pagamento enti locali lavoro sicurezza scuole;
– proroga 31 dicembre 2021 adeguamento norme antincendio edifici scolastici e nido;
– proroga 31 dicembre 2021 verifiche periodiche strumentazione metrica autoriparazioni e revisioni;
– proroga 31 agosto 2021 contratti arruolamento portuali a bordo.

FONTE: Gazzetta Ufficiale

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui