Habitat World: impresa sociale per lo sviluppo ecosostenibile dei territori e delle comunità

0
488

L’Associazione impresa sociale Habitat World, presieduta da Annika Patregnani, ha nella sua mission la valorizzazione dei territori dell’area mediterranea ed il benessere delle comunità locali attraverso diverse attività di studio, ricerca e promozione: queste ultime vanno dalle conferenze ai forum tematici sui diversi settori della Green e Blu Economy, dalle attività di progettazione rivolte alle aree da rigenerare come borghi e zone dismesse portuali, costiere e urbane alla ricerca di fondi e finanziamenti per la realizzazione di progetti pilota innovativi, e ancora dai servizi di manutenzione, ristrutturazione e consulenza per investimenti su proprietà di pregio pubblici o privati alla consulenza e promozione all’estero di aziende d’eccellenza in vari settori. L’Italia è un Paese fantastico che ha un enorme potenziale inespresso dal punto di vista turistico, sostenibile, culturale e delle economie indotte sulle professioni che ruotano intorno alla valorizzazione del suo patrimonio storico, artistico, paesaggistico, artigianale ed enogastronomico.

A tal proposito Habitat World, già nel 2010, con la prima Biennale Habitat ha iniziato un percorso su scala nazionale di ricerca e progettualità mirate al suo rilancio. La Biennale Habitat ha poi espanso la sua attività a livello di Macroregioni, prima l’Adriatico–Ionica e successivamente la Macroregione Mediterranea. Attualmente, con l’esperienza acquisita in diverse regioni d’Italia e con molte iniziative svolte in diversi Paesi del Mediterraneo, propone molteplici progetti concretamente realizzabili e dalle importanti ricadute in termini occupazionali e di rigenerazione degli habitat. Habitat World mira infatti a realizzare una sintesi armonica tra natura, arte e scienza per l’evoluzione culturale, sociale ed economica sostenibile delle civiltà del III millennio, il tutto nel rispetto dell’equilibrio psicofisico ed ecosistemico degli habitat.

Tra le principali attività dell’associazione no profit:

PROMUOVERE la ricerca, lo sviluppo e la realizzazione di progetti volti all’educazione, alla formazione ed alla crescita di nuovi linguaggi e modelli di civiltà in armonia con gli ecosistemi e gli habitat, con riferimento particolare a quei progetti che possano generare lavoro attraverso nuove professioni legate allo sviluppo ecosostenibile delle comunità;

CREARE RETI e NETWORK di collaborazione e cooperazione su obiettivi di sviluppo sostenibile, intelligente ed inclusivo SVILUPPO sullo sfondo delle direttive europee di EUROPA 2020 e in particolare riferite ad ampie aree geopolitiche quali la macroregione Adriatico-Ionica, il sud est Europa, il Mediterraneo, il Mar Nero, l’Africa ed il Medio Oriente;

COMUNICARE e DIVULGARE ai vari livelli tutte le iniziative e i progetti che sviluppa e promuove attraverso diversi strumenti interattivi comprese riviste, pubblicazioni scientifiche e artistiche, per la crescita consapevole della mente collettiva intesa come insieme di saperi che interagiscono costantemente in un’empatia dinamica;

PRESENTARE UFFICIALMENTE AI PARLAMENTI EUROPEI, NAZIONALI e agli ORGANISMI INTERGOVERNATIVI i risultati del lavoro svolto creando costantemente un’interazione costruttiva e propositiva con le Istituzioni di ogni ordine e grado;

ORGANIZZARE periodicamente la BIENNALE HABITAT (www.biennalehabitat.com) quale strumento di partecipazione collettiva interdisciplinare e multiculturale atta a promuovere le eccellenze dei territori coinvolti dalla manifestazione e a creare reti di interesse e sviluppo sostenibile su progetti esemplari compartecipati da enti pubblici e privati, imprese, università e centri di ricerca;

ORIENTARE il mondo delle PMI e delle realtà economiche che tutelano e valorizzano i territori nel loro rispetto ecosistemico promuovendone formazione, internazionalizzazione ed innovazione tecnologica;

REALIZZARE opere di intelligenza creativa volte a modificare e rigenerare habitat metropolitani, agricoli, costieri, montani, storici, ambientali e paesaggistici utilizzando con metodi e strumenti innovativi le risorse energetiche, idriche e umane dei territori, migliorando le condizioni psicofisiche, culturali, sociali ed economiche delle civiltà coinvolte;

VALORIZZARE e tutelare il PATRIMONIO CULTURALE, ARCHITETTONICO, ARTISTICO, AMBIENTALE, STORICO, PAESAGGISTICO, AGRONOMICO, ARCHEOLOGICO e GEOLOGICO dei territori,con particolare riferimento alle civiltà del Mediterraneo attraverso la ricerca, lo studio di metodologie innovative, la formazione e lo sviluppo di professionalità e imprenditorialità adeguate ai nuovi scenari di crescita sostenibile, promuovendo L'”Industria della conoscenza” e l’“Industria del Turismo” responsabile e consapevole;

EDUCARE e FORMARE le nuove generazioni di ‘cittadini del mondo’ alla Pace attraverso l’educazione ambientale e artistica promuovendo gemellaggi e scambi di giovani di culture e religioni differenti,in particolare dell’area del Sud Est Europa, del Mediterraneo, del Mar Nero con i Paesi in via di sviluppo (Africa e Medio Oriente).

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui